Top

Come organizzare un itinerario della
Carretera Austral fai da te?

Stai cercando informazioni per organizzare un itinerario lungo la Carretera Austral?
Allora ti consiglio di dare prima una occhiata a questa scheda riassuntiva per avere una panoramica generale!
Infatti questo è il primo di una serie di post sulle tappe del mio itinerario lungo la Carretera Austral, un viaggio emozionante ed indimenticabile che condividerò con voi.
Quando decisi di visitare la Carretera Austral ebbi molte difficolta nel reperire informazioni.
Ho dovuto consultare blog, forum e fare ricerche su Google ma posso dirvi che ne è valsa assolutamente la pena: è stato uno dei viaggi più belli che abbia fatto finora.
Nei prossimi articoli troverete molte informazioni utili con descrizioni del mio itinerario oltre a link e consigli.

Abbiamo viaggiato per 13 giorni lungo la Carretera Austral a dicembre 2018.

Non siamo arrivati fino a Villa O’Higgins perché volevamo andare a Torres del Paine subito dopo e abbiamo dovuto fare una scelta. Da appassionati di hiking e kayak ci siamo fermati nelle località più ricche di  possibilità di divertimento.

Mezzi di trasporto

Ci siamo spostati con tutti quelli a disposizione, sia mezzi pubblici come autobus e traghetti che auto a noleggio. Ci mancava fare l’autostop ma abbiamo dato un passaggio ad un olandese! Il nostro itinerario è stato improntato alla massima flessibilità, tanto è vero che abbiamo cambiato i programmi in corsa anche in base al meteo.

Itinerario

Un programma di 13 giorni

Giorno 1 – Santiago – Puerto Montt

Giorno 2 – Puerto Montt – Chaiten – Futaleufu

Giorno 3 – Futaleufu:  Rafting

Giorno 4 – Futaleufu: Canoa biposto

Giorno 5 – Futaleufu: Escursione in mountain bike

Giorno 6 – Futaleufu: Rafting

Giorno 7 – Futaleufu – Coyhaique

Giorno 8 – Coyhaique – Villa Cerro Castillo- Puerto Rio Tranquilo

Giorno 9 – Puerto Rio Tranquilo: Escursione in kayak a las Capillas de Mármol + confluencia del Rio Backer/Rio Neff

Giorno 10 – Puerto Rio Tranquilo: Ice hiking sul Glaciar Los Exploradores

Giorno 11 – Puerto Rio Tranquilo – Coyhaique

Giorno 12 – Coyhaique: Escursione guidata in canoa gonfiabile Rio Paloma

Giorno 13 – Coyhaique – Punta Arenas con scalo aereo a Puerto Montt

carretera austral outdoor

Chi ha fretta in Patagonia, perde il suo tempo

GIORNO 1: Santiago – Puerto Montt

Solo una fugace visita alla Capitale e poi via verso la Patagonia Norte con volo low cost JET SMART Santiago-Puerto Montt, circa 80€ compreso bagaglio di stiva. Dopo lunga attesa e preparazione stavamo per farlo davvero: on the road per un mese, tutto nello zaino. L’esperienza maturata durante il circuito O del Paine nel 2017 è  stata utile nel decidere cosa portare. Ammetto di essermi “ispirata” ai video del sempre santo subito Backpacker Steve.

in volo sopra la Patagonia

In volo sul Volcan Villarica

Cosa portare?

 

Zaino: Osprey Aura 65L per me e Ferrino 70L per lui.

Abbigliamento:  Troverete un clima molto variabile! Per cui vale la regola del vestirsi a strati. T-shirt di cotone per dormire, tecniche per le escursioni manica lunga e corta, pantaloni lunghi o leggins. Un paile, maglione o felpa pesante. Giacca a vento tipo guscio col cappuccio. Un piumino leggero tipo 50 gr. Berretto e guanti leggeri. Se prevedete di fare trekking preferite tessuti tecnici che asciugano velocemente. Occhiali da sole, crema solare, repellente per insetti (i tafani sono un bel problema). Scarponcini da trekking e scarpe tipo Salomon Speedcross. Infradito.

Attezzature: tenda Salewa Lightrek II, sacco a pelo invernale Lippi, materassino Ultralight Thermarest, fornelletto Pocket Rocket MSR, bombola (non potete caricarla sugli aerei quindi dovrete comprarla in loco). Macchina fotografica, powerbank Puridea 20 (una bomba!). Borraccia o camel bag. Asciugamano microfibra, Beauty basic.

Cibo: Frutta secca, barrette, qualche busta di cibo disidratato tipo Trek n Eat. Confesso di aver fatto l’italiana fanatica… MOKA – CAFFE’ ITALIANO – PARMIGIANO… La Triade irrinunciabile, più caratterizzante di un passaporto!

Poichè noi abbiamo viaggiato un mese zaino in spalla tra Carretera Austral e Patagonia meridionale potreste considerare la nostra packing-list valida per un viaggio on the road in Patagonia.

Arrivo a Puerto Montt
Durante il volo la Patagonia è stata clemente e ci ha permesso di vedere laghi, vulcani ed isole che hanno solo aumentato la mia voglia di esplorare questo paese palmo a palmo!
Arrivando da Santiago percepirete subito un abbassamento della temperatura.
Giunti a Puerto Montt potete raggiungere il centro in autobus, taxi o meglio ancora in colectivo.
Dove dormire?
Capitale della Region de Los Lagos, Puerto Montt è una grande città, più commerciale che turistica, infatti su Booking o Airbnb troverete sistemazioni di ogni genere. Però se intendete proseguire il vostro viaggio in autobus meglio alloggiare vicino al Terminal de Buses. Perfetto è l’Hotel Ibis, della nota catena francese.
Puerto Montt non si può certo definire una bella città con la sua aria trasandata di porto di mare, per cui abbiamo cercato un ristorante alla buona vicino all’albergo. Il Restaurant Cirus Bar è frequentato soprattutto da locals,  ottimo salmone alla piastra e prezzi nella media.

Salmone: un piatto tipico

Qualche dritta in più:

  1. Iscrivetevi alle newsletter di Jet Smart, Latam e Sky Airlines con buon anticipo. Potreste trovare voli veramente economici. Ultimamente queste compagnie offrono tariffe modulabili piuttosto interessanti: posto a sedere con solo borsetta (no zaino no trolley) + bagaglio di stiva (zainone o valigia) è la combinazione in assoluto più vantaggiosa.
  2. Se proseguirete il viaggio in autobus vi consiglio di dormire all’Hotel Ibis che sta esattamente sopra il Terminal de Buses. I pullman partono all’alba, vi risparmierete una bella levataccia.

Altro su Come organizzare un itinerario lungo la Carretera Austral fai da te:

0

post a comment