Top

Colca Canyon Trek:
quale itinerario scegliere?

Se dovessi definire il trekking del Colca direi severo e affascinante. Avrete spesso la sensazione di essere davvero immersi nell’altrove selvaggio e remoto.

A differenza di altri circuiti di trekking è possibile scegliere il proprio itinerario tra una rete di sentieri chiara e abbastanza ben tenuta. A seconda del vostro grado di allenamento potreste combinare i percorsi per pianificare tappe più o meno lunghe tenendo conto degli importanti dislivelli che incontrerete. 

Vi troverete a camminare su sentieri da capogiro e polverose strade carrozzabili. È molto difficile perdersi perché i sentieri sono ben indicati ma una buona mappa ed un itinerario ben chiaro in mente sono fondamentali.

Le strutture vanno da Lodge con piscina a sistemazioni molto Basic nelle zone più remote. Le scorte idriche sono fondamentali, per aiutavi ho cercato di essere il più precisa possibile nell’indicarvi potenziali fonti di acqua. È possibile fare il trekking del Canyon del Colca sia guidato che in autonomia. Sicuramente se siete interessati agli aspetti storico-culturali e naturalistici una guida sarebbe in grado di fornirvi mille informazioni. A livello logistico è tranquillamente gestibile in autonomia.In questo articolo trovate tutte le informazioni indispensabili per organizzare il trekking del Canyon del Colca senza guida.

Tralascio i percorsi da 2G / 1 N perché a mio giudizio non rendono giustizia ad un luogo tanto speciale e selvaggio. Chi ama immergersi veramente nella natura e camminare per vivere l’avventura troverà certamente il suo percorso tra i 4 che vi sto per proporre. Io ho fatto il Huaruro rapido, è stato faticoso ma estremamente gratificante. 

Itinerari da 3G / 2N

El classico 

Giorno 1

Cabanaconde / San Juan de Chuccho 

8 km / 4 h

Il trek inizia dal punto panoramico San Miguel (tutti i punti di partenza qui). Qui un evidente sentiero sulla destra vi condurrà giu fino al fiume Colca in circa 3 h. Attraversate un moderno ponte sospeso e continuate fino a San Juan de Chuccho. Riposo e Pernotto

Giorno 2

6 km / 3h 30’

San Juan de Chuccho / Coshñiriwa / Malata / Sangalle

Il cammino per Coshñiriwa si trova sopra il campo da futball di San Juan de Chuccho. Tenete sempre la destra del sentiero e camminate in graduale salita verso destra, ignorate il sentiero per Tapay e la discesa dopo san Juan in direzione del fiume. Ricordate che dovete salire fino a Coshñiriwa (450 mt circa). Dopo 30 minuti di cammino sorpasserete dei canaletti di acqua dolce e arriverete in vista di un piccolo ponte. Oltre il ponte una breve e ripida salita vi condurrà fino a Coshñiriwa.  Dopo aver attraversato Coshñiriwa e Malata continuate in discesa fino a raggiungere Sangalle. Riposo e Pernotto.

Giorno 3

Sangalle – Cabanaconde

5 km / 3 h 30’- 1000 mt dislivello

Da Sangalle si ritorna a Cabanaconde per chiudere il circuito. Vi consiglio di partire all’alba, la salita è estenuante. Portate acqua a sufficienza.

Circuito alternativo

Giorno 1

Cabanaconde/ Achachiwa/ Paclla bridge – Geyser / Toruña/ Llahuar 

10,5 km – 4h 30’

Il percorso inizia al mirador Achachiwa (guarda tutti i punti di partenza qui) da cui potrete vedere i sentieri dovrete percorrere. Prendete il sentiero verso sinistra, è un percorso sicuro a mezza costa senza particolari difficoltà. Dopo inizierete a  gradualmente scendere a zig zag, in circa 40 minuti raggiungerete un ponte di legno, sotto il quale non c’è scorrimento tranne nella stagione delle piogge (Dic- Mar). Oltrepassato il ponte proseguite nell’unica direzione possibile fino camminare su una strada carreggiabile. Attraversate un ponte moderno sul fiume Colca. Un sentiero sulla destra del ponte scende fino alle rive del fiume in vicinanza del geyser. Attenzione prece ‘acqua che fuoriesce è veramente bollente. Usate un repellente per i mosquitos, il prurito provocato dalle loro punture è veramente terribile e dura giorni. 

Attenzione:  non usate il vecchio ponte sospeso.

Per raggiungere Llahuar continuate sulla strada carreggiabile per circa 30 min fino a Turuña, oltrepassate le case in adobe.Rimanete sul cammino e e scendete, attraversate il ponte sul fiume Huaruro. Pochi minuti dopo vedrete i Lodge. 

Giorno 2

lLahuar / Turuña / Paclla Village / Belén village/ mirador de Apacheta/ Sangalle

14 km – 7-8 h

Partite presto, tornate indietro alle casette in adobe (Turuña) e continuate sulla strada per Tapay fino al villaggio di Paclla (circa 40 min). C’è una scorciatoia verso Lal fine delvillaggio di Paclla sulla sinistra  che vi condurrà su fino al villaggio di Belen. È possibile anche camminare sulla strada ma il sentiero è più carino. Dal b=villaggio di Belen proseguite sulla strada. Oltrepassate il Mirador Apacheta, splendida vista. Potreste già vedere Sangalle. Continuate sulla strada, esiste una scorciatoia che potreste vedere già dal mirador per raggiungere Sangalle  in circa 25 min. Prendetela solo se è in buone condizioni. 

Giorno 3

Sangalle / Cabanaconde

5 km – 3h 30’. Dislivello 1000mt in salita

Da Sangalle si ritorna a Cabanaconde per chiudere il circuito. Vi consiglio di partire all’alba, la salita è estenuante. Portate acqua a sufficienza.

Circuito Huaruro rapido

Giorno 1

Cabanaconde/ Achachiwa / Paclla bridge – Geyser / Toruña/ Llahuar / Llactica / Fure

17 km – 11 h – dislivello -1200 poi +900

Il percorso inizia dal mirador Achachiwa  di cabanaconde (3300 m slm) (guarda tutti i punti di partenza qui) da cui potrete vedere i sentieri dovrete percorrere. Prendete il sentiero verso sinistra, è un percorso sicuro a mezza costa senza particolari difficoltà. Dopo inizierete a  gradualmente scendere a zig zag, in circa 40 minuti raggiungerete un ponte di legno, sotto il quale non ce scorrimento tranne nella stagione delle piogge (Dic- Mar). Oltrepassato il ponte proseguite nell’unica direzione possibile fino camminare su una strada carreggiabile. Attraversate un ponte moderno sul fiume Colca. Un sentiero sulla destra del ponte scende fino alle rive del fiume in vicinanza del geyser. Attenzione perchè l’acqua che fuoriesce è veramente bollente. Usate un repellente per i mosquitos, il prurito provocato dalle loro punture è veramente terribile e dura giorni. 

Attenzione:  non usate il vecchio ponte sospeso.

Per raggiungere Llahuar (2200 m slm) continuate sulla strada carreggiabile per circa 30 min fino a Turuña, oltrepassate le case in adobe. Rimanete sul cammino e scendete, attraversate il ponte sul fiume Huaruro. Pochi minuti dopo vedrete i Lodge. Il sentiero verso Fure si trova proprio sopra i Lodge. Dopo circa 2h 30’ di cammino raggiungerete il villaggio di Llactica. Una volta oltrepassato il ponte un cartello vi indicherà la strada per Fure sulla sinistra. Riposatevi perchè vi aspetta una lunga salita. Calcolate 5h circa.

Giorno 2

Cascate di Huaruro/ village de Belen / mirador Apacheta / Sangalle

19 km – 9 h 

Per visitare le cascate di Huaruro dirigetevi verso la fine del villaggio di Fure (nord), attraversate un piccolo torrente. Continuate sul sentiero fino alle cascate. 

Tornate a Fure e da qui prendete il sentiero verso il villaggio di Belen ed i Mirador Apacheta, un percorso molto largo e sicuro. In circa 3 h raggiungerete Belen e più tardi proseguite su questa strada carreggiabile. Non ci sono fonti di acqua in questo tratto di cammino per cui fatene scorta prima. Oltrepassate il Mirador Apacheta, splendida vista. Potreste già vedere Sangalle. Continuate sulla strada, esiste una scorciatoia che potreste vedere già dal mirador per raggiungere Sangalle  in circa 25 min. Prendetela solo se è in buone condizioni, altrimenti proseguite fino a Malata e di li prendete il sentiero per Sangalle.

Giorno 3

Sangalle / Cabanaconde

5 km – 3h 30’. Dislivello 1000 mt in salita

Da Sangalle si ritorna a Cabanaconde per chiudere il circuito. Vi consiglio di partire all’alba, la salita è estenuante. Portate acqua a sufficienza.

Itinerario da 4G / 3 N

Circuito Huaruro

Giorno 1

Cabanaconde / Mirador Achachiwa / Paclla bridge – Geyser / Toruña / Llahuar

10,5 km – 4h 30′

Il percorso inizia al mirador Achachiwa (guarda tutti i punti di partenza qui) da cui potrete vedere i sentieri dovrete percorrere. Prendete il sentiero verso sinistra, è un percorso sicuro a mezza costa senza particolari difficoltà. Dopo inizierete a  gradualmente scendere a zig zag, in circa 40 minuti raggiungerete un ponte di legno, sotto il quale non c’è scorrimento tranne nella stagione delle piogge (Dic- Mar). Oltrepassato il ponte proseguite nell’unica direzione possibile fino camminare su una strada carreggiabile. Attraversate un ponte moderno sul fiume Colca. Un sentiero sulla destra del ponte scende fino alle rive del fiume in vicinanza del geyser. Attenzione prece ‘acqua che fuoriesce è veramente bollente. Usate un repellente per i mosquitos, il prurito provocato dalle loro punture è veramente terribile e dura giorni. 

Attenzione:  non usate il vecchio ponte sospeso.

Per raggiungere Llahuar continuate sulla strada carreggiabile per circa 30 min fino a Turuña, oltrepassate le case in adobe.Rimanete sul cammino e e scendete, attraversate il ponte sul fiume Huaruro. Pochi minuti dopo vedrete i Lodge. 

Giorno 2

Llahuar / Llactica / Fure / Cascate di Huaruro

6 km – 8h

Il sentiero per Fure si trova proprio sopra i Lodge. Dopo circa 2h 30’ di cammino raggiungerete il villaggio di Llactica. Una volta oltrepassato il ponte un cartello vi indicherà la strada per Fure, sulla sinistra. Riposatevi perchè vi aspetta una lunga salita. Calcolate 5h circa. Per visitare le cascate di Huaruro dirigetevi verso la fine del villaggio di Fure (nord), attraversate un piccolo torrente. Continuate sul sentiero fino alle cascate. (A/R 2h 30’)

Giorno 3

Fure / village de Belen / mirador Apacheta / Sangalle

Da Fure seguite il sentiero per il villaggio di Belen ed il Mirador Apacheta, un percorso molto largo e sicuro. In circa 3 h raggiungerete Belen e più tardi proseguite su questa strada carreggiabile. Non ci sono fonti di acqua in questo tratto di cammino per cui fatene scorta prima. Oltrepassate il Mirador Apacheta, splendida vista. Potreste già vedere Sangalle. Continuate sulla strada, esiste una scorciatoia visibile dal mirador per raggiungere Sangalle  in circa 25 min. Prendetela solo se è in buone condizioni, altrimenti proseguite fino a Malata e di li prendete il sentiero per Sangalle.

Giorno 4

Sangalle / Cabanaconde

5 km – 3h 30’

Da Sangalle si ritorna a Cabanaconde per chiudere il circuito. Vi consiglio di partire all’alba, la salita è estenuante. Portate acqua a sufficienza.